Post parto cesareo, cosa fare?

Si dice che chi partorisce con il cesareo non può allattare. Non è assolutamente vero! L’intervento non influisce né sulla capacità di suzione del bambino né sulla produzione del latte. Semmai si possono avere problemi per via dei punti a trovare una posizione comoda per allattare, ma una volta trovata il gioco è fatto (per esempio stando distese su di un fianco con il bambino accanto).

Il consiglio comunque è quello di riposare nelle prime 24 ore e poi di provare a sedersi sul bordo del letto il giorno dopo e dopo 48 ore addirittura alzarsi per muovere qualche passo e sedersi in poltrona.

Ferita cesareo, tempi di guarigione

La cicatrice sarà coperta da un cerotto e verrà medicata ogni giorno. E’ un’operazione indolore, che è possibile fare anche da sole una volta tornate a casa, fino a quando non verranno tolti i punti (dopo 7 giorni). Dopo pochi giorni dal parto sarà possibile fare la doccia, basterà asciugare bene la cicatrice ed applicare un antisettico. Inoltre visto che l’incisione viene effettuata molto in basso, in futuro la zona interessata sarà coperta dai peli pubici e non darà alcun problema estetico. Nei giorni di degenza in ospedale sarà l’infermiera  ad occuparsi dell’igiene intima, ma c’è anche chi il giorno dopo è già in piedi e fa da sola.

I punti, come dicevamo, verranno tolti dopo una settimana/dieci giorni e quello sarà un po’ un giro di boa perché ci si sentirà meglio sia psicologicamente che fisicamente. La zona interessata dal taglio resterà insensibile (come anestetizzata) per parecchio tempo, anche per mesi.

Un massaggio regala rilassamentoallevia lo stress, da sollievo ai dolori muscolari, al collo, alla schiena, riduce la ritenzione idrica e vi fa sentire un generale meglio e questo aiuta nella quotidianità portando serenità alla nuova famiglia.

Il massaggio può essere eseguito da subito se si tratta di un parto spontaneo, mentre per un parto cesareo è importante  attendere qualche settimana.